Oggi è il giorno della fine del mondo?

La fine del mondo?

Il solo fatto che la fine del mondo sia già stata annunciata decine di volte e che non sia mai arrivata dovrebbe essere segno che anche la prossima scadenza non sarà definitiva. Scadenza che è vicinissima. Secondo la tesi catastrofista di turno, l’Apocalisse è in programma sabato 23 settembre 2017. In questo giorno dovrebbe avvenire lo scontro della Terra con Nibiru, misterioso Pianeta X o 9 che starebbe di solito ai margini del sistema solare, ma che sarebbe proprio adesso in rotta verso il nostro pianeta.

LE IMMAGINI
La teoria apocalittica di questa settimana è di David Meade che ne ha scritto nel libro Planet X – The 2017 arrival. Falsamente avvalorata in questi giorni da presunte immagini del pianeta Nibiru. Le ha pubblicate il britannico Express e credeteci: sono finte. Vengono dall’account youtube di Matt Rogers, astrofilo che dice di aver visto il Pianeta X nelle immagini di un telescopio a infrarossi. Su questo account ci sono video quotidiani da mezz’ora l’uno almeno che spiegano perché arriverà la catastrofe, con larghi riferimenti alla mitologia sumera e babilonese e alla numerologia cristiana con riferimenti alla Bibbia, spesso chiamata in questione in questi casi. Ci spiega anche ampiamente quali siano i complotti a livello mondiale, le grandi verità che vengono nascoste alla massa.

Ebbene sì, anche Nibiru sarebbe al centro di un complotto. Lo gestisce la Nasa, spiega sempre il video, che non vuole dare tutte le informazioni alla popolazione mondiale. La prova sarebbe appunto la foto che si dice scattata vicino al Polo sud, non si specifica però in quale osservatorio. È una macchia rossa non meglio definita. Dice Rogers che è visibile anche a occhio nudo e che sarebbe l’origine dei catastrofici fenomeni meteo degli ultimi tempi (uragani in testa).

Nibiru viene da molto lontano. Almeno dal 2003 quando l’archeologo dei misteri Zecharia Sitchin e la signora in contatto con gli alieni Nancy Lieder hanno messo insieme le loro teorie accusando Nasa e governi di occultare le prove della sua esistenza. Non che non esistano studi scientifici che indagano l’esistenza di un nono pianeta nel sistema solare, peraltro non individuato, ma da qui all’impatto di questo con la Terra ce ne passa.

LE SMENTITE SULLA FINE DEL MONDO
Il video sarebbe l’unica conferma dell’esistenza di questo pianeta minaccioso. Nessun osservatorio nel mondo lo ha segnalato e nessuna fonte indipendente dice di avere prove della sua presenza. Non bastasse questo, facendo una ricerca di archivio, si scopre che le foto in questione circolano da almeno 10 anni e vengono dagli osservatori spaziali antartici. La macchia rossa, peraltro, è talmente poco chiara che potrebbe essere un dettaglio di un’altra foto o anche un’elaborazione grafica.

Insomma, questo pianeta, almeno nella forma in cui si intende un pianeta, non c’è, non ci sono prove che esista e tantomeno che possa colpire la Terra questo sabato. Una catastrofe che non ci sarà esattamente come il mondo non è finito nel dicembre 2012 (profezia Maya), come non era finito allo scattare del nuovo millennio e nemmeno il 23 settembre di due anni.

Giusto per puntualizzare, non c’entra niente nemmeno l’allineamento di Mercurio, Venere, Marte e Giove attorno alle costellazioni di Vergine e Leone con Sole e Luna, che avverrà sempre il 23 settembre che potrà causare la fine del mondo. È già successo, e la Terra è ancora qui.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*