Ad Aspra si trova un museo unico al mondo nel suo genere: il Museo dell’Acciuga

Ad Aspra, nella piccola frazione marinara di Bagheria, circa 15 anni fa i fratelli Girolamo e Michelangelo Balistreri, imprenditori del settore di conserva ittica locale, crearono nei locali dello storico stabilimento di famiglia un museo unico al mondo nel suo genere: il Museo dell’Acciuga. 

L’acciuga è uno dei pesci preferiti della tradizione culinaria siciliana.

All’interno del museo viene narrata la storia dell’acciugaattraverso gli antichissimi utensili dei pescatori del luogo, quelli utilizzati per la conservazione e salagione del pesce, numerose fotografie d’epoca e una serie di antiche latte in cui venivano e vengono tuttora vendute le acciughe, raffiguranti i marchi di oltre cento aziende che dalla fine dell’800 a oggi hanno operato o continuano ad operare nel settore.

Un luogo come detto che trasmette ai visitatori cultura, tradizioni ma anche legalità; tutte racchiuse all’interno di “Sard’Art”, l’ultima sezione del museo realizzata in collaborazione con la Comunità Marinara di Aspra, dove pezzi di vecchie barche, le antiche sardare, vengono ristrutturate e trasformate da artisti locali in opere d’arte che raccontano il mare e sono dedicate agli illustri personaggi locali Ignazio Buttitta e Renato Guttuso, alle vittime della mafia Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Don Pino Puglisi e Rita Atria e ad altre importanti personalità come Papa Karol Wojtyla.

Un museo, visitabile gratuitamente, che ospita ogni anno decine di migliaia tra visitatori provenienti dalla Sicilia e dal mondo interno e tantissime scolaresche dell’isola. Un successo, quello di questo piccolo museo, certificato dal famoso portale che pubblica le recensioni degli utenti riguardo hotel, ristoranti e attrazioni turistiche TripAdvisor che ha inserito il Museo dell’Acciuga di Aspra al secondo posto tra i dieci migliori musei in provincia di Palermo e al primo posto tra i 416 musei. Al secondo posto l’ex stabilimento Florio delle Tonnare di Favignana e Formica (Isola di Favignana) e al terzo il Museo del giocattolo Sciacca (Sciacca).

Il prestigioso riconoscimento per l’anno 2018 è stato consegnato ai fratelli e Girolamo e Michelangelo Balistreri, i quali hanno ricevuto anche il certificato d’eccellenza per l’anno 2018.

Il museo ha anche un particolarissimo palco a forma di barca dove durante l’anno si svolgono tantissimi eventi di notevole importanza culturale come spettacoli musicali, convegni, manifestazioni e presentazioni di libri.

In questi anni, infine, molte trasmissioni televisive sia nazionali (Linea Blu, Sereno Variabile, Linea Verde, Geo e Geo, A conti fatti, Tagadà), sia straniere (l’emittente giapponese NKK) hanno acceso le loro telecamere sul museo e molti personaggi illustri lo hanno visitato: il critico d’arte Vittorio Sgarbi, il regista Giuseppe Tornatore, il fotografo Ferdinando Scianna, il cantautore Umberto Tozzi, la cantante Mariella Nava, il chitarrista e cantante brasiliano Toquinho, il compositore e direttore d’orchestra Aldo Brizzi, l’attore Marcello Mazzarella, il centravanti della nazionale italiana di calcio Andrea Belotti.

Continua a leggere cliccando qui. 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*