Il bagno è il nuovo salotto, ecco la tendenza bathroom-living.

Il bagno è il nuovo salotto: da Cenerentola della casa, la stanza più intima è diventata lo spazio preferito per rilassarsi. Un’oasi di benessere e tecnologia: non solo luogo deputato alla cura di sé, ma anche ad altre attività come la lettura o il video entertainment, come emerge da un sondaggio dell’outlet online Privalia.
Tra gli spazi della casa preferiti per rilassarsi, il bagno è al primo posto (37%), seguito da cucina (27%), salotto (21%) e la camera da letto (15%). Il 61% degli intervistati abbina un piacevole bagno caldo a smartphone o tablet per fare shopping online (42%), navigare sui social (46%), vedere l’ultima puntata della propria serie preferita (23%) o leggere la posta elettronica/ultime news dal mondo (37%).
Al pari degli altri spazi domestici, arredare il bagno seguendo gli ultimi trend è diventato un imperativo: la scelta dell’arredamento e l’attenzione ai dettagli, inclusi accostamenti di colori e luci, non va solo nella direzione della funzionalità, ma anche della personalizzazione, quasi fosse la propria SPA privata.

Le ultime novità in fatto di interior design entrano in bagno: le piastrelle cedono sempre più il passo a vernici colorate e carte da parati idrorepellenti a motivi geometrici o floreali; via libera anche ad appendere quadri, poster o fotografie. Per scaldare l’ambiente, basta posizionare una pianta, meglio ancora una pianta grassa, in un vaso di tonalità naturali.
Il wellness è protagonista, con vasche e docce dotate di soluzioni idromassaggio, o addirittura illuminazioni a led per la cromoterapia. Anche il profumo ha una parte importante per creare la giusta atmosfera: via libera all’aromaterapia, con candele profumate e sali da bagno nelle più svariate fragranze.
E se il bagno è il nuovo living, non può mancare l’attenzione al tessile e agli accessori, con asciugamani coordinati, tappetini, contenitori ricercati per cosmetici e bijoux.
Al centro della stanza, la doccia, preferita alla vasca dal 66% degli italiani perché più pratica e veloce (46%), più rispettosa dell’ambiente (32%) e meno ingombrante (22%).
Sempre più studiato anche il design che contraddistingue la doccia: i piatti doccia lasciano il posto a soluzioni filo pavimento, tende e porte scorrevoli vanno in pensione, sostituiti da rivestimenti e vetri in cristallo, il soffione si fa più grande e eroga l’acqua a pioggia, a cascata, rotante, nebulizzata, per un effetto relax garantito.
E per chi ha un mini bagno? Gli esperti consigliano di inserire uno specchio molto grande, meglio ancora se fatto su misura, per allargare la prospettiva della stanza; fare abbondante uso di soluzioni di arredo salvaspazio e box contenitori per l’organizzazione degli oggetti. Chi ha il problema – si fa per dire – contrario, non ha che l’imbarazzo della scelta per arricchire l’ambiente: una lampada a pavimento oppure un tavolino con sedia d’antiquariato, una piccola selezione di libri, un angolo tisane, una vasca da bagno posizionata in mezzo alla stanza.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*