Francesco Guasti: giovedì 5 Ottobre è in diretta al Sangry Show con Enzo Sangrigoli

francesco guasti

Francesco GuastiFrancesco Guasti: un talento, che abbiamo conosciuto al Festival di Sanremo, giovedì in diretta alle 12.05

Francesco Guasti nasce a Prato il 16 settembre 1982, recentemente è stato tra i nomi del Sanremo Giovani del 2017, sul Palco del Teatro Ariston, porta un brano a firma di Maurizio Musumeci; giovane emergente della musica italiana ( aveva già firmato “parole in circolo” per Marco Mengoni ), la canzone “Universo” gli apre la strada tra gli emergenti dell’anno che sta per concludersi.

Un pò di Storia non “Guasti” mai!

Francesco Gusti, ha studiato canto ed è stato tra i finalisti dell’Accademia Sanremo con “Rosa”. Nel 2013 la svolta: partecipa al talent di Rai 2 “The voice”, entra nella squadra di Piero Pelù, arriva fino alla semifinale, presenta il singolo “Un solo giorno in più”. In dicembre lancia il video della canzone, realizzato usando Instagram. Nel 2014 propone l’inedito “Scintilla contro scintilla” a Sanremo Giovani senza successo. Il singolo esce comunque in marzo e arriva a guidare la classifica Radio Airplay che monitora i passaggi di artisti esordienti italiani. In aprile è in tour con Pelù.
Pubblica l’album PARALLELE” nel 2015. Nel 2016 partecipa nuovamente e supera le selezioni di Sanremo Giovani: sarà quindi in gara al Festival del 2016 con “Universo”., titolo anche dell’album uscito il 10 febbraio, quasi sul finire dell’estate 2017, pubblica una remake di classico della musica anni 80 “L’estate sta finendo” con Johnson Righeira,  il 50% del duo Righeira e co-autore del pezzo insieme a Michael Righeira, ha raccontato così, questa nuova avventura:  “Questa canzone non finisce mai di stupirmi… E continua a ricambiare l’amore che ho cercato di trasmetterle quando la scrissi. Può quindi capitare che dopo 30 anni diventi un coro da stadio, adattato a fedi e paesi diversi. Poi, un giorno all’improvviso, mi chiamano Francesco Guasti e Marco Carnesecchi (che assieme a Massimo Barbieri ha curato la produzione artistica del pezzo), chiedendomi di partecipare alla loro versione, così rispettosamente irriguardosa da farla tornare come appena nata, restituendole nuova linfa. Mi ripeto: questa canzone non finisce mai di stupirmi, e se è vero che ogni anno un’estate finisce, viene quasi da credere che si possa provare a non diventare grandi mai…”..

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*