Gennaio 1947: oggi nasceva il “duca bianco” David Bowie.

Oggi sarebbe stato il 71esimo compleanno di David Robert Jones (8 Gennaio 1947 – 10 Gennaio 2016), meglio conosciuto come David Bowie.
Ha lasciato un grande vuoto in molti suoi fan,  personaggi come lui non muoiono mai, perché le sue canzoni, le sue opere sono sempre con noi.

David Bowie ha costituito una figura molto influente all’interno della musica pop e rock per circa cinque lustri: fu amato dalla maggior parte della critica musicale e dai suoi stessi colleghi musicisti per l’inventiva, la capacità di reinventarsi musicalmente e come icona. Bowie ha venduto circa 140 milioni di album in vita e figura tra gli artisti con il maggior numero di vendite (World’s best selling music artists). La passione per la musica portò Bowie ad imparare a suonare il sassofono quando era ancora giovanissimo.

Dopo aver partecipato alla formazione di varie band, raggiunse il successo da solista nei primi anni settanta, attraversando cinque decenni di musica rock e conquistandosi la fama di inventore del glam rock. La sua natura poliedrica e camaleontica lo portò a reinventare nel tempo il proprio stile e la propria immagine, creando numerosi alter ego come Ziggy Stardust, Aladdin Sane, Halloween Jack, The Thin White Duke e Nathan Adler.

Significative le collaborazioni con Tony Visconti e Brian Eno,altro reduce con i Roxy Music dal glam rock dei primi settanta, con i quali instaurò una proficua e profonda amicizia che durò svariati anni.

Pur non essendo le sue attività principali, Bowie si dedicò anche alla pittura e al cinema. Tra i vari film in cui recitò, vi sono L’uomo che cadde sulla Terra, Furyo, Miriam si sveglia a mezzanotte, Absolute Beginners, Labyrinth, Basquiat e The Prestige.

Firma di David Bowie

Nel 2008 fu inserito al 23º posto nella lista dei 100 migliori cantanti secondo Rolling Stone, che ha individuato tra i suoi migliori brani Life on Mars?, Space Oddity, Fame e “Heroes”. Nel 2007 fu indicato dalla rivista Forbes come il quarto cantante più ricco al mondo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*