Imparare nuove parole? È come il sesso

Sfogliare (e leggere!) un dizionario attiva nel cervello la stessa sensazione di ricompensa associata al cibo e al sesso. Un meccanismo che potrebbe aver favorito lo sviluppo del linguaggio.

Imparare una nuova parola può regalare enormi soddisfazioni, ma nessuno aveva ancora paragonato questo piacere a quello sessuale. Lo fa per la prima volta uno studio pubblicato su Current Biology: il semplice apprendimento di un nuovo vocabolo attiverebbe, nel cervello, lo stesso circuito della ricompensa messo in moto anche da altri stimoli piacevoli, come il sesso, il cibo, o lo sballo momentaneo di alcune droghe e del gioco d’azzardo.

 

UN BEL VANTAGGIO EVOLUTIVO. Il linguaggio è una delle facoltà che più di ogni altra ci distingue dal resto del mondo animale. Il suo apporto è stato fondamentale per lo sviluppo della cooperazione tra esseri umani, e per l’apprendimento e la trasmissione delle conoscenze nel corso dell’evoluzione.

 

Ma la molla che ci spinge a imparare a parlare fin dalla più tenera età era in parte sconosciuta. Si sospettava che fosse implicato il circuito della ricompensa nel cervello, ma mancavano le evidenze sperimentali.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*