Metodo per abbassare la febbre: dalla Romania l’uso dell’aceto

La febbre non è una malattia ma una reazione per difendersi dalle infezioni.

L’aumento della temperatura corporea è quindi un meccanismo di difesa, aiuta infatti a eliminare virus e batteri.   Se la febbre  continua a salire,  la temperatura va invece prontamente abbassata quando provoca sofferenza e irritabilità nel soggetto e non gli permette di riposare nè di mangiare normalmente. Quando la febbre provoca tali malesseri è consigliabile abbassare la temperatura anche qualora non raggiunga i 38°C o li supera.

Oltre i soliti rimedi farmacologici, ci vengono in aiuto i rimedi della mamma o della nonna.

Uno dei tanti rimedi/metodi naturali, molto usato in Romania, è il seguente:

Per far scendere la febbre alta ponete sulla testa, sui polsi e sulle caviglie delle pezze bagnate con acqua e un po’ aceto bianco.

Questo rimedio è molto usato nelle case delle comunità rumene, presenti in Italia (Emilia e Sicilia), e anche, in casi estremi, negli ospedali di Bucarest, Cluj e nelle altre città rumene.

PS: ringraziamo Maria e Giovanni per le info fornite.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*