Perché in autunno le foglie cambiano colore?

La risposta è nei carotenoidi delle foglie: d’estate sono invisibili mentre con la nuova stagione prendono il sopravvento

Gialle, rosse, marroni, arancioni. In autunno le foglie cambiano sempre colore, ma come si spiega questo fenomeno? La risposta è nei carotenoidi delle foglie, invisibili durante l’estate ma in grado di prendere il sopravvento con la stagione successiva.

Questi pigmenti, responsabili, ad esempio, anche del colore arancione delle carote o del giallo del mais, sono presenti nelle cellule delle foglie, rimanendo però impercettibili sotto il verde della clorofilla, che durante l’estate cattura l’energia del sole. Con l’arrivo dell’autunno, invece, questa sostanza diminuisce in quanto le foglie si avvicinano sempre di più alla fine del loro ciclo di vita, lasciando così spazio al carotene.

Diverso, invece, il caso delle foglie autunnali di color grigio. Si tratta infatti di foglie completamente morte e con degradazione di cloroplasti, ovvero i corpuscoli cellulari che contengono la clorofilla. Quando diventano marroni, infine, è perché i pigmenti si legano insieme, conferendo alle foglie un’altra tonalità.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*