Perché per molte civiltà avere figli maschi è importante?

Nelle culture primitive probabilmente non c’erano particolari preferenze. I discendenti di entrambi i sessi erano una importante risorsa perché, insieme ai genitori, provvedevano alla sopravvivenza della famiglia e del gruppo. C’erano però differenze sessuali di ruolo: i maschi cacciavano, le femmine si occupavano della raccolta.
I cambiamenti della civiltà contadinaLe cose cambiarono con l’avvento dell’agricoltura, la nascita dei patrimoni famigliari, e la definizione di un asse ereditario da padre a figlio. I maschi difendevano il territorio, dunque restavano in famiglia anche dopo il matrimonio: venivano incaricati di curare i genitori anziani. Per evitare spartizioni, le femmine venivano invece fatte accogliere dalla famiglia dello sposo, anche a costo di dover pagare una ricca dote. Esempi di questo tipo di struttura sociale sono evidenti in alcune popolazioni cinesi e indiane, ma ne restano tracce anche nei Paesi occidentali.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*