Selfie addio? Arriva il Jelfie, la nuova moda tra gli instagrammer

jelfie

Jelfie: Basta selfie, da oggi l’autoscatto lo si fa saltando. Scopriamo insieme la nuova tendenza che sta conquistando i social

Poker face, blue steel, duck face, magnum, occhialata si, occhialata no… Quante facce, pose o outfit abbiamo dovuto inventarci per sembrare sempre fighissimi nei nostri selfie? Beh da oggi tutto questo non serve più.

Tra gli instagrammer dall’autoscatto compulsivo è arrivata una nuova moda: il Jelfie.

Mai sentito nominare?

Il nome viene da due parole inglesi messe insieme: jump e selfie.

I Jelfie in questione, infatti, altro non sono che autoscatti di gente che salta, e sembra proprio che questa pratica stia per rimpiazzare il vecchio amato selfiesuper costruito per dare spazio a scatti più naturali e divertenti.

Se si vuole stare al passo con i tempi bisogna cominciare ad allenarsi a saltare.

In realtà la cosa non è nuovissima, già nel 1950 il fotografo Philippe Halsmanparla di “Jumpology”, il nome di una sua raccolta di 170 foto in cui ritraeva attori e artisti famosi intenti a saltare, tra questi Salvator Dalì, Marilyn Monroe, Grace Kelly, Bridgitt Bardot, Sophia Loren e Audrey Hepburn.

Quella del salto, inoltre, sembra essere una pratica conosciuta anche tra i fotografi da matrimonio che spesso obbligano sposini e ospiti a fare foto saltellanti, con enorme imbarazzo di tutti (se non vi è mai capitato ritenetevi fortunati).

Consolatevi, oggi una cosa del genere npn è più imbarazzante, è super cooooooool, lo dice anche la Ferragni.

Ma come si scatta il jelfie perfetto? Ecco qualche suggerimento:

  • Scegliete sempre un luogo interessante, Machu Picchu, l’Himalaya, il deserto, insomma dove volete voi purché sia un luogo suggestivo e bello. Siate creativi se volete tanti follower.
  • Siate spontanei, divertenti e divertiti. Basta pose studiate e labbra da papera. Naturalezza. Cercate di non essere rigidi nel salto, i tronchi son belli nelle foreste non nelle foto. Quindi rilassate il corpo e i muscoli, e provate a saltare con le gambe piegate, l’effetto Rocket man è sempre dietro l’angolo.
  • Saper posizionare la fotocamera è la chiave di tutto. Mettetela più vicina al pavimento possibile, farà sembrare il vostro salto roba da atleti olimpici.
  • Non dimenticatevi di settare le impostazioni della vostra fotocamera. Prima di tutto attivate la funzione movimento è la prima cosa da fare per dare nitidezza alla foto. Subito dopo sincronizzate il timer con il vostro salto per poter catturare il salto all’apice della sua altezza.

Direi che ora sapete tutto sul jelfie e su come si fa. Non vi resta che provare, e come dicevano i Van Halen:

“JUMP!”

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*