Sventato un traffico di piccioni pusher

In Costa Rica è stato fermato un piccione che trasportava droga verso un carcere.

Se nell’antichità si utilizzavano i piccioni come portatori di messaggi importanti da un luogo ad un altro, oggi anche questi simpatici animali trovano un ruolo, come mezzo economico e discreto, nel traffico di droga.

La strana storia è avvenuta in Costa Rica, la notte tra il 30 e il 31 dicembre, dove un piccione è stato catturato ed individuato dalle autorità nei pressi del carcere Reforma, a San Rafael de Alajuela.

L’uccello portava a seguito un borsellino nero contenente 14 grammi di cocaina e 14 di cannabis. Lo scopo dei narcotrafficanti era far arrivare la droga all’interno del carcere, ad uno dei detenuti.

In realtà l’uso dei piccioni per il trasporto di droga non è niente di nuovo, in passato sono stati utilizzati anche cani e gatti come inconsapevoli corrieri. Dopo essere stato scoperto, il piccione è stato liberato dal borsellino che portava addosso ed è stato portato in uno zoo, rinchiuso dietro le sbarre di una gabbia.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*