Tre anni senza Pino Daniele

A tre anni dalla morte di Pino Daniele, scomparso nella notte tra il 4 e il 5 gennaio 2015, in tanti da tutta l’Italia, si stanno recando in visita alla cappella del cimitero di Magliano in Toscana (Grosseto), in Maremma, dove sono custodite le ceneri del musicista napoletano che abitava lì da circa 10 anni. Alla cappella sono stati lasciati fiori, biglietti e lumini.

Ma non solo Napoli ricorderà il suonautore verace: domani al teatro comunale di Cantù, avete letto bene, Cantù, appuntamento con il «Progetto Six – Omaggio a Pino Daniele», affidato a Emanuele Ammendola, Lara Molteni, Luca Endelli, Andrea Varolo, Alessandro Arban e Paolo Ghirimoldi. A una delle tante tribute band di Daniele, gli Almanera, è affidato invece «I say i’ sto cca’», in programma stasera alle 21 al teatro padre Turoldo a Taranto, con Marina Lupo voce narrante e la regia di Federico Passariello. Domani, invece, al Summarte di Somma Vesuviana, un’altra cover band, i Lazzari Felici, riproporranno integralmente i brani e gli arrangiamenti del doppio live «Sciò».

Poi, per tributi più consistenti, bisognerà aspettare il 19 marzo e il 7 giugno. Nella prima data, giorno del sessantatreesimo compleanno/onomastico dell’Uomo in blues, Nello Daniele conferma l’appuntamento con il memorial «Je sto vicino a te», sempre al Palapartenope, sempre con inviti gratuiti distribuiti on line dal Comune, sempre con un mucchio selvaggio di artisti napoletani a rileggere un canzoniere prezioso: «La lista di mucisti che hanno partecipato alle prime tre edizioni ormai è lunghissima», ricorda il fratello di Pino, «a memoria cito Peppe Barra, Dodi Battaglia, Nino Buonocore, Nino D’Angelo, Sal Da Vinci, i 99Posse, Deborah Iurato, Mel Collins, Tony Esposito, i Neri per Caso, Enzo Avitabile, Francesco Baccini, Eugenio Bennato, Teresa De Sio, Pietra Montecorvino… E l’elenco continuerebbe ancora a lungo». Anticipazioni sulla prossima edizione? «È presto, stiamo lavorando al cast, ma di sicuro ci sarà un omaggio a Rino Zurzolo: nel 2016 era con noi, il suono del suo contrabbasso e del suo basso riecheggeranno di nuovo nella notte del Palapartenope».

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*